vivere-cento-anni

I 14 «super cibi» che ti faranno vivere cent’anni

Vivere fino a cent’anni?

Si può. Parola di Jamie Oliver, cuoco, conduttore tv e scrittore di libri di cucina. Per il suo nuovo show, il quarantenne chef britannico ha viaggiato da un capo all’altro del pianeta, dalla Costa Rica a Okinawa in Giappone fino all’isola greca di Icaria, per trovare quelli che lui definisce i 14 «super cibi», ossia i migliori ingredienti che ti aiutano a vivere fino a 100 anni, e in salute. Quali sono? Si trovano in ogni cucina.
vivere-cento-anni
Non sono le bacche di goji

Cosa c’è nella lista della spesa di Oliver? Quali sono i 14 super-ingredienti? «Non sono le bacche di goji o il té verde», spiega lo chef giramondo. Certo, i due alimenti sono noti per le loro proprietà curative e benefiche. Non a caso la specie di bacche selvatiche è considerata la nuova sorgente della giovinezza – sono però difficili da trovare e una confezione costa non poco. Oliver sottolinea che si tratta invece di «una cucina intelligente, che usa cibi semplici». Insomma, sono tutti ingredienti di uso quotidiano.

Nella lista dei 14 «super cibi»: le uova

L’uovo è un alimento ad altissimo valore nutrizionale e può essere considerato come uno tra i pochi classificabili come «eccellenti»: per quanto riguarda l’apporto proteico, due uova equivalgono infatti a circa 100 grammi di carne o di pesce. Le uova sono ricche di proteine di qualità, oltre che di amminoacidi essenziali. L’uso in cucina? Vastissimo.

La patata, quella dolce
Il valore nutrizionale della patata americana o batata è di ben 100 punti superiore a quello della patata comune. Sono ottime per gli gnocchi, la zuppa caraibica di patate dolci, le focaccine o per un’insalata
Esplora il significato del termine: La patata, quella dolce

Il valore nutrizionale della patata americana o batata è di ben 100 punti superiore a quello della patata comune. Sono ottime per gli gnocchi, la zuppa caraibica di patate dolci, le focaccine o per un’insalata

Latte di capra (e il formaggio feta)

Le sue proprietà dietetico-nutrizionali lo rendono un valido sostituto al tradizionale latte vaccino. È ben tollerato e si distingue per l’alta digeribilità dei grassi. Dopo il latte di asina, è quello più simile al latte materno, dunque ideale per i bambini. Perfetto in cucina (da provare il gelato col latte di capra)

Il pesce (ovviamente)

Ricco di proteine e di grassi insaturi, ad alta concentrazione di omega 3 – molto importanti per garantire il benessere del nostro organismo – resta uno dei cibi maggiormente consigliati nella dietaIl pesce (ovviamente)

Erbe spontanee

Borragine, finocchietto selvatico, bietolina selvatica, radicchio selvatico. E poi ortica, menta, tarassaco, papavero, equiseto, violetta. Non basta. Sambuco, acacia, camomilla, gelso. Crescono spontaneamente in giardino oppure in campagna. Sono buonissime e con parecchi benefici per la salute. L’uso delle cosiddette malerbe in cucina è vastissimo – spazia dall’antipasto al dessert.

Il Tofu

Perfetto per la dieta del vegetariano. È un’importante sorgente di proteine vegetali, è ricco di aminoacidi essenziali, è privo di colesterolo. E inoltre può rivelarsi l’ingrediente segreto di tantissimi piatti, dagli involtini di tofu e zucchine al tofu saltato con verdure all’arancia fino ai noodle con tofu e verdure

Le noci

Hanno proprietà antitumorali, grazie alla abbondante presenza di acidi grassi omega 3, oltre ad un alto contenuto di antiossidanti.

Fagioli neri

Ricchi di vitamine A, B, C, ed E, contengono anche sali minerali e oligominerali. Perfetti contro il colesterolo. È un legume molto diffuso in Messico, dove viene utilizzato per creare ogni tipo di piatto (da provare i tacos con pollo e fagioli neri).

Non poteva mancare: la frutta fresca

Ogni tipo di frutta. È un alimento fondamentale della nostra dieta e garantisce l’assunzione della maggior parte delle sostanze nutritive di cui il nostro organismo ha bisogno.

Alghe marine

Le alghe (di qualsiasi tipo) sono fonte di Iodio e di sali minerali. Contengono molte più proteine delle verdure di terra. Quelle più usate in cucina: l’alga kombu, l’alga hijiki, l’alga nori, l’alga dulse, l’agar agar, l’alga wakame.

Riso selvatico

È ricco di proteine. Cresce nel Nordamerica e si ricava dal seme di una pianta acquatica (Zizania aquatica). Ha un altissimo contenuto proteico (doppio di quello del riso comune)Riso selvatico

Aglio
Garantisce il pieno di benefici per la salute (e in cucina) grazie alle sue incredibili proprietà terapeutiche. Ottimo alleato del sistema cardiovascolare.

Gamberi
I gamberetti? Per contenere le calorie in una dieta salutare e perdere peso. E poi sono un potente antiossidante che protegge la pelle dall’invecchiamento precoce. Al forno o in padella: le ricette anche in questo caso sono tantissime.

Peperoncini

Hanno funzioni terapeutiche, dimagranti, nutritive e persino afrodisiache. In cucina: provate la crema di peperoncini, ricetta tipica della Calabria e della Sicilia.

E la carne?

Lo chef e star tv sottolinea inoltre che per una dieta sana (e dunque per vivere più a lungo) bisogna diminuire la carne («solo due porzioni a settimana») e bere molta acqua.

La colazione, prima di tutto

E poi, fare una ricca colazione, ossia consumare la maggior parte delle proprie calorie nella prima metà della giornata. «Sono andato in giro per il mondo per vedere come vivono le persone più longeve e tutte iniziano con una buona colazione». Ciò nonostante, suggeriscono diversi dietologi, anche i geni hanno «un ruolo importante su quanto vivono le persone»La colazione, prima di tutto.

Cibo spazzatura

Oliver, star della Bbc ed ex cuoco dell’allora premier Tony Blair, ha conosciuto il successo a 23 anni con la serie «The Naked Chef». Lo chef e padre di tre figli (amante della cucina italiana) possiede 11 ristoranti e coi suoi programmi trasmessi dalle reti di mezzo mondo ha fatto i milioni. Da anni è impegnato a divulgare informazioni sulla pericolosità dei rischi legati all’assunzione di cibo spazzatura, soprattutto all’interno delle scuole. Proprio le mense degli istituti scolastici inglesi e americani sono stati set di un ciclo di sue trasmissioni.

 

Fonte: cucina.corriere.it