dieta-detox

Come costruire una dieta detox

E’ importante evitare il fai da te, sempre meglio rivolgersi ad esperti, ma vi sono alcuni principi di base da rispettare che permettono di riconoscere se la dieta scelta è adatta ai nostri scopi.
dieta-detox
Per l’intestino: importante che vi siano soprattutto fibre insolubili derivanti dalla verdura e dai cereali integrali.

Per lo stomaco: meglio dove prevalgano le fibre solubili che non gonfiano ma che donano sazietà permettendo così allo stomaco di “riposarsi”.

Per il fegato: largo a frutta e verdura ma soprattutto sedano, finocchio e tutte le verdure a foglia verde. Niente funghi e tutti i grassi animali (latte e derivati).

Per la pelle: verdura e frutta in qualsiasi forma e prodotti da forno integrali.

Antifumo: vitamina C e vitamina D vanno incrementate ed anche il calcio, molti agrumi e frutta gialla. Salmone e uova da preferire a tutto il resto.

Antistanchezza: indispensabile alimenti ricchi di magnesio e potassio che aiutano il riposo e contrastano la fatica. Broccoli, noci e frutta secca, banane, yogurt e pomodori. Cotture leggere e aumentate il consumo di pesce.

Alcune regole sono imprescindibili in tutte le diete detox, niente fritti e condimenti pesanti, alccol ed eccesso di caffeina. Aumentare il consumo di liquidi: acqua, ma anche tè (verde o nero) e tisane di diverso tipo. Perfetti anche frullati e centrifugati, ma bere molto è fondamentale, l’acqua è il principale detossinante naturale.

Ma con una dieta detox non necessariamente si perde peso, perché non stiamo parlando di dieta dimagrante, quindi non è ad uso esclusivo di chi ha chili di troppo, ma può essere un regime alimentare adatto a tutti, quando se ne ha bisogno. Sicuramente se si hanno problemi di peso, una dieta depurante potrebbe far scendere un po’ l’ago della bilancia ma non attendetevi miracoli su questo fronte, l’obiettivo è un altro.