Archivi categoria: Benessere

Personal a Casa

Credo che l’attività fisica non vada più considerata come “un bene di lusso” solo per chi ha tanto tempo libero o grande disponibilità economica.

Vengo direttamente e comodamente al tuo domicilio.
E’ così che la tua abitazione si trasforma in un piccolo centro fitness, intimo e raccolto, dove sentirsi a proprio agio 💪
Per info contattatemi in in privato.

Kangoo Jumps a Milano

Saltare per tenersi in forma e perdere peso, bruciando fino a 1500 calorie l’ora. E’ il Kangoo Jumps, il trend del fitness che negli ultimi mesi ha conquistato un’eccezionale popolarità…

È arrivo anche a Milano e a Monza Brianza !!!

ecco tutte le informazioni dove trovare il corso piu vicino …affrettavi !!!

posti limitati!!!
LUNEDÌ sera -20.00 alle 21.00
In via Cesare Battisti 27A
Paderno Dugnano.
Martedì -20.30 alle 21.30

in via voluntario del sangue – Lissone

Mercoledì 20.00 alle 21.00

Milano  via Stelvio ( centro )
Giovedì – 20,30 alle 21.30

via risorgimento- Paderno Dugnano / Senago
Venerdì sera – 20,00 alle 21.00  Seregno centro
Sabato mattina 9,30 alle 10.30 seregno centro

Per info e prenotazione  3398431943 .

 

 

Curcuma: cosa succedi al corpo con qualche grammi al giorno

Curcuma,

spezia delle meraviglie, dalle mille virtù e benefici, è ottima da inserire quotidianamente nella nostra dieta per favorire il benessere dell’organismo. Ma cosa accade esattamente al nostro corpo assumendo ogni giorno il giusto quantitativo di curcuma? Qual è la giusta quantità da assumere? E in che modo assumerla?

Tante ricerche scientifiche in questi ultimi anni si sono concentrate sulle potenzialità antinfiammatorie, antiossidanti, antidolorifiche e in generale curative nei confronti del nostro corpo di questa spezia dal colore giallo-arancio conosciuta anche come “zafferano delle Indie” proprio per questa caratteristica cromatica .

Benefici della curcuma

  • Previene e riduce le infiammazioni
  • Allevia i dolori articolari
  • Benefica per cervello e sistema nervoso
  • È un antidolorifico naturale
  • Protegge il fegato
  • Aiuta la digestione
  • Limita l’azione dei radicali liberi
  • Rafforza il sistema immunitario
  • Previene il diabete di tipo 2
  • Aiuta l’organismo a disintossicarsi
  • Previene le infezioni batteriche
  • Favorisce la cicatrizzazione delle ferite
  • Contribuisce all’efficacia dei farmaci antidepressivi
  • Aumenta la memoria
  • Incrementa la capacità di auto-guarigione del cervello
  • Aiuta a prevenire e a contrastare i tumore .

Cosa accade al corpo?

  • Innanzitutto aiutiamo l’organismo a fronteggiare le infiammazioni che possono essere presenti in diverse zone del corpo, molto utilizzata ad esempio la curcuma per trattare l’artrite, anche perché oltre a sfiammare è in grado anche di lenire il dolore. Questa spezia, il cui principio attivo più importante è senza dubbio la curcumina, è poi in grado di sostenere il fegato nelle sue funzioni, favorisce la digestione ed è un potente antiossidante, in grado quindi di contrastare l’azione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare.
  • Ma non finisce qui: questa spezia è in grado di rinforzare il nostro organismo e il sistema immunitario, e prevenire il diabete di tipo 2.
  • Molto interessante anche l’azione su cervello e sistema nervoso: basterebbe un solo grammo al giorno di curcuma per aumentare la memoria e si è visto addirittura come questa spezia migliori la capacità del cervello di auto guarirsi in caso di danni, come quelli in seguito a un ictus. C’è poi chi la paragona agli effetti del Prozac nei confronti della depressione.
  • È stato poi provato che la curcumina ha grandi doti antitumorali: uno studio condotto da parte dell’Università della California ha notato come la curcumina riesca a bloccare l’azione di un enzima ritenuto responsabile dello sviluppo di tumori nella zona della testa, del collo e del cavo orale (nell’ultimo caso soprattutto quelli causati dal papillomavirus umano). Un’altra ricerca, invece, condotta in Michigan, ha dimostrato la sua importanza nell’aumentare l’efficacia della chemioterapia nel trattamento di alcune tipologie di tumori.
  • Quanta curcuma assumere?

    La dose consigliata di curcuma da assumere ogni giorno va da 3 a 5 grammi, quindi circa un cucchiaio o poco meno se consumata in polvere. Gli studi hanno però sottolineato come il problema di questa spezia sia soprattutto quello della scarsa bio-disponibilità, ovvero la difficoltà per il nostro organismo di poterla assorbire e quindi utilizzare al meglio. Si è visto però che, per migliorare questo aspetto, è ottimo associarvi un po’ di pepe nero (basta una puntina di cucchiaino) o in alternativa un grasso (ad esempio l’olio d’oliva).

L’IMPORTANZA DEL COLLAGENE PER LA NOSTRA PELLE .

Il collagene è una proteina formata da amminoacidi che durante il corso della vita si rinnova continuamente.. 

Dunque il principale responsabile del tono e della compattezza della pelle, risultando davvero prezioso nella lotta contro l’invecchiamento. Purtroppo però con il passare del tempo, il corpo ne produce meno e quindi si assiste al graduale formarsi sulla pelle di rughe e macchie, oltre alla perdita di luminosità. I capelli perdono corpo, le ossa forza, i muscoli vigore, le unghie diventano più fragili. A lungo andare anche le articolazioni e il tessuto connettivo ne risentono e dunque i movimenti si fanno più lenti e talvolta dolorosi.

Sfortunatamente già a partire dai 25 anni si assiste alla diminuzione della produzione di collagene da parte dell’organismo. Il primo organo a risentirne è proprio la pelle che inizia a risultare segnata dalle rughe via via sempre più evidenti e profonde e a mostrarsi opaca, sottile e sempre meno turgida. Ad accelerare il degrado del collagene ci sono fattori genetici, l’alimentazione, il fumo, l’esposizione a raggi solari, smog e condizioni ambientali e psicologiche stressanti.

Il Collagene: che cos’è?

Il termine deriva dal latino colla et genmen, che vuol dire letteralmente produrre colla. Il collagene non è altro che la “calce” che tiene uniti i tessuti del nostro corpo, dalle ossa ai muscoli, alla pelle. È quindi una sostanza naturalmente prodotta dal nostro organismo, in quanto si tratta di una proteina fibrosa fondamentale per il sostentamento delle strutture dei tessuti connettivi nel corpo umano. Una sostanza fondamentale nella produzione di collagene e nel rinnovamento delle nuove fibre è la Vitamina C. La carenza di questa sostanza causa una grave malattia che è lo scorbuto, ovvero la disgregazione delle fibre connettive dell’organismo e la conseguente desquamazione della pelle e caduta dei denti. È fondamentale quindi assumere giuste quantità di Vitamina C, attraverso alimenti quali ciliegie, arancia rossa, agrumi e ortaggi (tra cui pomodori, peperoni e i cavoli) o con l’aiuto di integratori alimentari naturali.

La curiosità in più: un bicchiere di vino al giorno toglie le rughe di torno!

Il vino contiene importanti antiossidanti, tra cui il Resveratrolo, una sostanza che è contenuta nella buccia dell’uva e che, oltre ad avere effetti benefici sulla pelle del viso, stimola la produzione di Collagene. Il famoso bicchiere di vino a pranzo che “fa buon sangue” nasconde le sue verità. Il vino, bevuto con moderazione durante i pasti, può aiutare l’organismo a contrastare i segni del tempo. Attenzione però a non esagerare: come scritto prima infatti l’abuso di alcool contribuisce ad accelerare la formazione di rughe e inestetismi della pelle.

 

Dieta detox dimagrante e depurativa: i consigli e menù per tornare in forma subito.

Vuoi sgonfiarti e tornare in forma rapidamente? Scopri come riuscirci con la dieta detox in 3 giorni.

In alcuni periodi dell’anno, ad esempio dopo le vacanze estive o quelle natalizie, potrebbe essere utile fare per qualche giorno una dieta detox per eliminare le tossine. Di solito, infatti, nei periodi di vacanza tendiamo a consumare molto cibo spazzatura, che intossica il nostro fegato e tutto l’organismo.

Con questo tipo di regime alimentare, dunque, non adotterete una semplice dieta per dimagrimento, ma una vera e propria dieta depurativa, perfetta per riportare il massimo del benessere al nostro organismo.

Prima di fare una dieta vera e propria per perdere peso, per la quale vi consigliamo di rivolgervi ad un medico o ad un nutrizionista e di evitare il fai da te, potreste dunque provare questa dieta dei 3 giorni, per depurarvi e agevolare la perdita di peso. Vediamo come farla!

Che cos’è la dieta detox: quando farla e quali alimenti assumere

Il miglior momento per cominciare questa dieta è sicuramente dopo un periodo di grandi abbuffate, come possono essere ad esempio le feste natalizie, ma non limitatevi soltanto a questo. Ci sono dei periodi, infatti, dove magari anche senza accorgercene assumiamo uno stile di vita alimentare scorretto. Questo può portare anche delle conseguenze come sonnolenza, difficoltà nel risveglio, testa pesante e bocca asciutta, tutti sintomi che ci faranno capire che forse è il momento giusto per disintossicare il nostro corpo!

Vi siete convinti? Allora è bene che sappiate quali sono gli alimenti per una dieta detox: assolutamente vietate la carne e tutti i suoi derivati, nonché i formaggi e le uova. Si può invece mangiare il pesce, seppur senza esagerare e sottoponendolo a cotture leggere (al vapore, al forno, bollito). Per quanto riguarda i derivati del latte è ammesso soltanto lo yogurt magro, la ricotta e il latticello.

Infine, oltre all’assunzione di frutta e verdure di stagione che sono sicuramente alla base della dieta, si consiglia un largo uso di erbe aromatiche, come salvia, timo, rosmarino, basilico, prezzemolo, ma anche di aglio, cipolla e olio. In questo modo potrete dare alle vostre pietanze gusti e aromi, limitando l’uso del sale e del pepe.

Vediamo nel dettaglio un esempio di menù!

Primo giorno

– Colazione: bevete un bicchiere di acqua tiepida con una spruzzata di limone, prima di mangiare una macedonia di frutta di stagione e uno yogurt magro con cereali integrali.

– Pranzo: riso integrale condito con salsa di pomodoro fresco e un filetto di platessa bollito.

– Cena: insalata di verdure miste crude, con tonno e patate, condita con un filo di olio extravergine d’oliva.

Secondo giorno

– Colazione: il solito bicchiere di acqua e limone, seguito da uno yogurt magro con frutta secca e fiocchi d’avena integrali.

– Pranzo: minestrone di verdure di stagione e mezzo panino integrale

– Cena: insalata di pomodori con cipolla, lattuga e dadini di formaggio light.

Terzo giorno

– Colazione: un bicchiere di acqua tiepida e limone, porridge di avena integrale addolcito con miele e uno yogurt magro.

– Pranzo: centrifugato detox di frutta e/o verdura di stagione, con gallette di riso integrale.

– Cena: salmone cotto al vapore con patate al forno.

Come spuntino di metà mattina e pomeriggio potete consumare una manciata di semi di zucca o di mandorle, oppure un frutto di stagione (tranne la banana).

Bere acqua calda e limone al mattino: perché fa bene? Il suoi Benefici..🍋

Acqua e limone è un rimedio semplicissimo e alla portata di tutti per migliorare alcuni aspetti della nostra salute. Scopriamo allora tutti i vantaggi di bere acqua e limone al mattino in digiuno .

A volte andiamo alla ricerca di rimedi particolari o che vengono da lontano dimenticandoci che spesso abbiamo in casa degli ingredienti semplici ed economici che possono aiutarci a risolvere alcuni piccoli problemi di salute e farci sentire meglio.

Uno di questi è il limone: un frutto che possiamo utilizzare in tanti modi, ad esempio preparare una bella tazza di acqua calda e limone.

Acqua e limone è uno dei rimedi naturali più noti ed apprezzati che offre diversi benefici, in particolare se assunto di prima mattina. Dunque, per ottenere il massimo dei benefici, si consiglia di bere acqua e limone a digiuno e attendere un po’ di tempo (almeno 15-20 minuti) prima di fare colazione, in modo da dare tempo al rimedio di agire. Scopriamo adesso tutti i benefici di questa bevanda.

Fonte: https://www.viversano.net/alimentazione/mangiare-sano/bere-acqua-e-limone-al-mattino/

Gli alimenti che gonfiano lo stomaco :

Da una parte mangiare troppo velocemente e non masticare il cibo può causare la deglutizione dell’aria che porta al gonfiore addominale, dall’altra, invece di tre pasti abbondanti al giorno, è preferibile mangiare piccoli pasti ma più spesso così da liberare dalla sensazione di gonfiore che segue spesso i pasti di grandi dimensioni.

Vediamo allora quali  alimenti che gonfiano lo stomaco.

  1. Alimenti grassi: i cibi molto conditi e le fritture sono più difficili da digerire e provocano di conseguenza gonfiore allo stomaco e una sensazione di pesantezza. È quindi consigliabile ridurre al minimo il consumo di alimenti grassi e di aumentare quello di frutta e verdura.
  2. Latticini: il latte, i formaggi e i diversi prodotti lattiero-caseari possono essere un problema per chi soffre di intolleranza al lattosio e non riesce a digerire bene gli alimenti che lo contengono. Al tempo stesso, contengono nutrienti di cui il corpo ha bisogno. Per diminuire il gonfiore, si possono sostituire alcuni o tutti i prodotti lattiero-caseari con il latte di soia e altre opzioni di lattosio.
  3. Sale: ideale è una dieta povera di sale per mantenere l’organismo in salute e con livelli di sodio adeguati; è molto importante controllare il consumo di questo prodotto soprattutto se si tende a soffrire di pressione alta perché il sodio contribuisce ad alzare i livelli della pressione.
  4. Legumi: lenticchie e fagioli secchi sono ricchi di fibre e proprietà nutritive ma possono provocare gonfiore addominale. Meglio, quindi, consumare piccole porzioni per fare abituare l’organismo con il tempo.
  5. Verdure crucifere: il cavolo cappuccio, i broccoli e il cavolfiore contengono dei composti simili a quelli dei fagioli, che provocano gas. Sono ad alto contenuto di antiossidanti, vitamine e minerali, quindi è bene consumarli in ogni caso, facendo parte di una dieta sana. La cottura a vapore e il consumo di piccole porzioni, da aumentare nel tempo, sono le due variabili fondamentali per poter consumare le verdure crucifere eliminando il più possibile il gonfiore.
  6. Bibite gassate: rilasciano diossido di carbonio, facendo sì che lo stomaco crei dei gas che vi fanno sentire gonfi e appesantiti. La cosa migliore è sostituirle con succhi naturali gustosi e salutari.
  7. Gomme da masticare: possono portare a inghiottire aria, provocando di conseguenza gonfiore. Chi ha l’abitudine di masticare chewing gum può sostituirlo con uno snack sano e con molte fibre come frutta, verdura.
  8. Alimenti in scatola o surgelati: tendono a contenere molto sodio e poche fibre, ed entrambi questi aspetti possono contribuire a determinare una sensazione di gonfiore. Quando si acquistano alimenti trasformati è consigliabile non superare i 500 mg di sodio per porzione in qualsiasi prodotto.
  9. Prodotti elaborati con farina bianca: il pane, la pasta, la pizza e in generale tutti i prodotti da forno sono carboidrati raffinati possono causare gonfiore dell’addome. Ovviamente è concesso mangiare una pizza o un pezzo di pane, ma non troppo spesso e con moderazione.
  10. Dolcificanti: possono essere causa di una pancia gonfia. Sorbitolo, mannitolo e xilitolo sono alcune delle sostanze che non vengono digerite bene. Si possono trovare in chewing gum e caramelle senza zucchero.

 

yoga

Dieta prima delle feste? Le novità yoga

Dieta prima delle feste? Portiamoci avanti con le novità yoga ovvero una nuova disciplina che si chiama In-Trinity. Qui vi spieghiamo cos’è e per motivarvi vi mostriamo le foto di Nude Yoga Girl il nuovo fenomeno Instagram.
yoga

Non è una cantante, non sfila per Victoria’s Secret, non ha spostato una rock star. La nuova star su Instagram si chiama Nude Yoga Girl e, almeno sul social, fa quello che il suo nome suggerisce: asana senza veli. Prima di giudicare, fatevi un giro sul suo profilo, ne resterete impressionati. Le foto sono belle, minimal, sensuali sì, ma in modo discreto.

A guardarle si sente il silenzio in cui sono state scattate, la concentrazione che richiede realizzare ogni posizione. Unica nota stonata la tagline, che recita “You are beautiful exactly the way you are”. Certo, con un corpo così siamo capaci tutti…

Detto questo però la cara Nude Yoga Girl (decisa a mantenere l’anonimato si firma così anche quando viene intervistata da TheCut) è sicuramente l’emblema di due macro fenomeni del nostro tempo: 1) la pratica dello yoga; 2) strong is the new sexy. E se a pensare a questo secondo punto vi viene un po’ da sospirare pensando ai banchetti che ci aspettano per le feste, non temete: abbiamo una soluzione.

No, non si tratta di dieta bensì di una nuova tecnica fitness che garantisce di allenare mente e corpo. A inventarla, udite udite, è stato Johnny G. aka l’uomo che creò lo spinning. Si chiama In-Trinity Johnny G by Matrix ed è una tavola che va oltre lo Yoga e oltre il Pilates nella ricerca dell’equilibrio, flessibilità, resistenza.

La particolare forma a clessidra e le gambe staccabili consentono di eseguire lo Yoga, il Pilates, l’allenamento isotonico e lo stretching sopra e sotto la piattaforma; lavorare a favore o contro la gravità per consentire la progressione del movimento in una maniera più accessibile rispetto al nudo pavimento. Volete saperne di più? Leggete qui sotto, lo abbiamo intervistato.

IN-TRINITY È ADATTO A TUTTI INDIPENDENTEMENTE DAL LIVELLO DI FORMA FISICA (DAI PRINCIPIANTI AGLI ATLETI PROFESSIONISTI)?
“In-Trinity offre qualcosa per tutti. Chi desidera sviluppare se stesso apprezzerà la pratica e amerà esplorare una nuova dimensione del muoversi e dell’essere. Indipendentemente che la persona sia un’atleta professionista o un principiante, la pratica è accessibile a tutti e adatta ad ogni livello. Ci sono variazioni per ogni movimento. Non è necessario avere un background in arti marziali, yoga o pilates per parteciparvi!”.

IN CHE MODO IN-TRINITY LAVORA E MODIFICA IL CORPO?
“Praticando dalle 2 alle 4 sessioni alla settimana per una durata di 6-8 settimane, si sviluppa forza, equilibrio, flessibilità e agilità. Lavoriamo sui tendini, i legamenti e i muscoli più piccoli. I risultati sono visibili in qualsiasi altra attività intraprendiate. Ma la cosa più importante è che si impara a entrare in contatto con se stessi. Attraverso questo tipo di pratica la mente impara a trovare sollievo. La musica, il ritmo, tutto viene affrontato con sensibilità e un senso di connessione. Ci si sintonizza con il proprio corpo in maniera del tutto nuova rispetto al passato”.

TRE SEMPLICI ESERCIZI CHE SI PRATICANO AD IN-TRINITY LA PRIMA VOLTA.
“Si inizia e si termina ogni pratica in Zen Chi. Seduti sulla panca con le cinghie fissate sopra le spalle, si chiudono gli occhi e si lascia l’energia circolare in maniera pacata. È una pratica accessibile che porta a concentrarsi ed essere presenti durante la sessione. Chi vi partecipa ama i movimenti dello yoga che utilizziamo abbinati alla posizione reclinata della panca. La forza di gravità influenza le posizioni in maniera diversa rispetto alla pratica su una superficie piatta quale può essere il pavimento. Vengono attivati muscoli differenti e l’equilibrio è messo alla prova in maniera nuova. Gli esercizi con i legnetti sono divertenti e mantengono il corpo agile”.

HAI DEI CONSIGLI DA DARE PER TRARRE IL MASSIMO DA UNA SESSIONE DI FITNESS?
“Da ciclista e atleta professionista, mi sono sempre spinto a livelli estremi. Ho percorso 200.000 km in bicicletta nel corso di 4 anni e mezzo. Ho partecipato e completato la Race Across America – una gara non-stop di 3.100 miglia in 10 giorni con 18 ore di sonno.
La mia passione per l’auto-miglioramento mi ha portato a creare Spinning, un programma rivoluzionario che è diventato un fenomeno globale.
Tuttavia, indipendentemente dal lavoro fisico che facciamo su noi stessi, la cosa in assoluto più potente ed efficace è coltivare la vitalità della mente. Perché il corpo segue la mente.
Con In-Trinity, si ha l’opportunità di andare più in profondità, sia da un punto di vista fisico che emotivo grazie al sedere pacatamente in compagnia della propria mente, delle proprie emozioni. È in questi momenti che si può rafforzare la fiducia in se stessi. Esiste un bel detto: ‘Basta un solo istante per cambiare attitudine e in quell’istante puoi cambiare la tua vita’. Non importa cosa stia accadendo nel mondo attorno a te, tu hai l’opportunità di costruire il mondo dentro di te. Questa pratica aiuta a sviluppare se stessi in quanto esseri umani. Si sviluppa una connessione tra noi stessi e il movimento”.

QUALE ESERCIZIO CONSIGLI DI PRATICARE OGNI GIORNO PER SVILUPPARE UN CORPO MIGLIORE E PIÙ FORTE IN FUTURO?
“L’intero programma sviluppa il corpo da un punto di vista fisico. I micro-movimento e l’intelligenza dietro il metodo di allenamento basilare crea contrazioni, isolamento e allungamento del tessuto muscolare. Il ritmo è lento in modo da dare a te il controllo sul corpo e una sensazione di connessione e centramento che promuove il radicamento a terra, sia fisico che mentale. Dopo aver concluso una sessione di 40 minuti, il corpo si sente leggero, aperto e ringiovanito.

Fonte: vogue.it

Bere vino fa bene

Bere una bottiglia di vino al giorno non fa male, essere astemi sì!

Il bicchiere di vino a tavola è diventato una bottiglia. Secondo uno studio del 2014 dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, infatti, un’intera bottiglia di vino, non fa male alla salute.

Lo studio dell’Oms ha ritenuto infatti che ciò che fa male è superare un limite più alto. Il dottor Kari Poikolainen, esperto di alcol dell’Oms, ha analizzato decenni di ricerche sugli effetti dell’alcol sul corpo umano e ha concluso che fa male superare le 13 unità in un giorno, mentre una bottiglia di vino ne contiene circa 10.

Inutile, dunque, stando a questo studio, limitarsi eccessivamente nel bere. Si può andare ben oltre, infatti, ciò che siamo abituati a consumare. Una bottiglia intera è decisamente di più del solito bicchiere durante un pasto.

Bere vino fa bene

Ma c’è di più. Secondo lo studioso essere astemi farebbe addirittura più male che superare le quantità giornaliere di alcol indicate.

“Stando alle prove, bere moderatamente è meglio che essere astemi […] Tuttavia gli importi possono essere superiori a quello che le linee guida dicono,” ha riferito il dottor Poikolainen al Daily Mail.

In realtà, c’è da dire che non tutti sono d’accordo con la teoria di Poikolainen. Julia Manning, di 2020Health, ha dichiarato infatti, sempre secondo il Daily Mail che “questo è un contributo al dibattito inutile. Fa delle grandi affermazioni per le quali però non abbiamo prove. L’alcol è una tossina, e i rischi superano i benefici”.

Fonte: huffingtonpost.it